Zappolino

Zappolino è una piccola frazione di Castello di Serravalle nel comune della bellissima Val Samoggia; a rendere nota questa località del bolognese non sono tanto le bellezze naturali e culturali che caratterizzano il borghetto, quanto una battaglia le cui gesta sono tuttora motivo di dibattito tra modenesi e bolognesi.

Nel lontano 15 novembre del 1325 si combattè una sanguinosa battaglia fra le milizie ghibelline modenesi e quelle guelfe bolognesi: i primi uscirono vincitori dalla disputa e giunsero così a Bologna dove, nei pressi di Porta San Felice rubarono per beffa un secchio da un pozzo.

I modenesi lo portarono come trofeo nella loro città natale e pensate che dopo 700 anni il secchio si trova ancora a Modena nella Ghirladina; Zappolino fu dunque teatro di questa disputa, le cui faccende sono narrate nel poema “La secchia rapita”.

Uno scritto eroicomico uscito dalla penna di Alessandro Tassoni nell’ottocento che deve il suo titolo a un episodio entrato ormai nella mitologia della rivalità tra le due città: la battaglia della secchia rapita.

Benché oggi siano pochi quelli che conoscono Zappolino, un tempo tale borgo era sinonimo di forza, potere e dominio: sul colle dove oggi sorge la chiesa del paese, si ergeva infatti uno dei più importanti castelli del territorio bolognese.

Le meraviglie da scoprire non si sprecano neanche in questo piccolo paese, ricco di storia e miti che ne aumentano il grado di interesse e di curiosità; presso il nostro albergo La Chiesaccia troverete personale cortese e disponibile che con l’affabilità e la passione che da sempre ci contraddistinguono vi assisteranno nel vostro soggiorno per renderlo gradevole e interessante.